L’Orchestra del Teatro alla Scala l’1 dicembre 2023 per la prima volta negli Emirati Arabi Uniti

in News
  1. Home
  2. News
  3. L’Orchestra del Teatro alla Scala l’1 dicembre 2023 per la prima volta negli Emirati Arabi Uniti

Per la prima volta dalla sua fondazione, l’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano approda l’1 dicembre 2023 negli Emirati Arabi Uniti, con un concerto di gala presentato dalla Dubai Opera. L’evento si svolge con il supporto di Plenitude e la collaborazione del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e del Ministero della Cultura della Repubblica Italiana.
Sul podio il direttore milanese Michele Gamba, il soprano Aida Garifullina e il tenore Piero Pretti. In programma, i titoli più celebri del grande repertorio operistico italiano, con musiche di Verdi, Puccini, Mascagni. Un’occasione di altissimo profilo istituzionale e culturale, dunque, attraverso cui costruire nuovi ponti di dialogo e cooperazione per celebrare la migliore eccellenza artistica italiana, sul palco del più importante teatro del Medio Oriente. Tutto questo accadrà nelle stesse giornate in cui si terrà a Dubai la conferenza della Nazioni Unite in cui si discuterà del futuro del pianeta.
«In pochi anni dalla sua apertura, la Dubai Opera – ha dichiarato il sovrintenente Paolo Petrocelli – è riuscita ad imporsi come una delle istituzioni culturali di punta non solo nella regione dei Paesi del Golfo, ma in tutto il Medio Oriente. Siamo orgogliosi di poter presentare il primo concerto dell’Orchestra del Teatro alla Scala negli Emirati Arabi Uniti nel nostro teatro, uno straordinario traguardo da parte della nostra organizzazione, che sempre più si dimostra capace di promuovere e celebrare la grande eccellenza artistica internazionale nel mondo arabo».
«Sono lieto che l’Orchestra del Teatro alla Scala sia per la prima volta ospite dell’Opera di Dubai – ha detto il sovrintendente della Fondazione Teatro alla Scala Dominique Meyer –. Porteremo pagine di Giuseppe Verdi e Giacomo Puccini, di cui il prossimo anno ricorre il centenario della morte. Questi compositori rappresentano la tradizione e l’identità del nostro teatro e l’Orchestra del Teatro alla Scala li esegue con un suono e una passione inconfondibili». © Riproduzione riservata.

Da sin, Dominique Meyer, sovrintendente della Fondazionte Teatro alla Scala di Milano e Paolo Petrocelli, sovrintendente della Dubai Opera.
Zurigo, standing ovation alla Tonhalle per il violoncello di Kian Soltani, sul podio Paavo Järvi
Budapest, a Capodanno torna la Nona di Beethoven nella sontuosa versione di Gustav Mahler

Potrebbe interessarti anche

Menu