L’Hamburg Ballet a Genova per un gala di beneficenza

in News

Mercoledì 17 aprile alle 20.30, al Teatro della Corte di Genova, nove solisti dell’Hamburg Ballet, una delle più importanti compagnie di danza al mondo, metteranno in scena il prestigioso Gran Gala di danza “Omaggio a Genova”, il cui incasso sarà devoluto per il quartiere e le famiglie colpite dal crollo del Ponte Morandi.

L’Hamburg Ballet, diretto da John Neumeier, coreografo di fama a livello mondiale, conta 65 ballerini di differenti nazionalità. L’idea del gran Gala a scopo benefico è partita da Jacopo Bellussi, solista della famosa compagnia di danza nonché direttore artistico dell’evento, ed è stata accolta dal Comune che si è occupato degli aspetti organizzativi, in sinergia con Teatro Nazionale e Teatro Carlo Felice.
«Dopo tanti anni lontano da Genova per motivi professionali, ho sentito il forte desiderio di poter dare un personale contributo alla mia città, colpita dalla tragedia del Ponte Morandi» spiega Jacopo Belussi, che sarà a Genova insieme ai ballerini Christopher Evans, Aleix Martinez, Emilie Mazon, Xue Lin, Matias Oberlin, Yun Su Park, Lucia Rios, Madoka Sugai.

“Omaggio a Genova” è stato studiato ad hoc, e dunque andrà in scena per la prima volta il 17 aprile, con le coreografie di John Neumeier, Kristina Borbelyova, Thiago Bordin e Aleix Martinez. Durante la serata si alterneranno brani classici e produzioni neoclassiche e contemporanee, in modo da proporre differenti stili di danza a un pubblico eterogeneo. Sarà presente anche il violinista genovese e finalista del Premio Paganini Giulio Plotino che, in concerto con i ballerini, eseguirà anche alcuni Capricci di Paganini.
Chiuderà il primo tempo un assolo che descrive emozioni e sentimenti dei genovesi residenti all’estero ad ogni ritorno nella loro città natale. Il pezzo, coreografato da Aleix Martinez, è un elogio al talento genovese in diversi campi culturali e si articola in un trittico che unisce poesia, danza e musica.
L’attrice Carla Signoris darà la voce al brano della giovane scrittrice Martina Puccini (già collaboratrice al testo “Il ponte silenzioso”) mentre Jacopo Bellussi danzerà sulle note della Passacaglia di Heinrich Ignaz Franz Von Biber, eseguita da Giulio Plotino.

Lo spettacolo si concluderà con un personale contributo del direttore John Neumeier, che ha voluto esprimere la sua vicinanza alla città donando alcune sue produzioni originali, complete di musiche e costumi. Si tratta di un Passo a Due su musiche di Gustav Mahler, un pezzo di grande intensità che verrà interpretato da Emilie Mazon e da Jacopo Bellussi.

Immagine di copertina: Ph. Kiran West

piccolo violino “Bracco”
Restaurato il piccolo violino “Bracco”1793
“Musiche Senza Confini”: il 5 aprile Gianni Gebbia in concerto

Potrebbe interessarti anche

Menu