La drone music di Alfredo Giammanco per “Musiche senza confini”

in News

Sintetizzatori analogici e computer che rielaborano in tempo reale un singolo suono che, di volta in volta, diventa qualcosa di diverso. È questa la musica di Alfredo Giammanco, compositore palermitano che si esibirà, accompagnato dalla danzatrice Silvia Giuffrè, nell’ambito della rassegna “Musiche senza confini”, giovedì 18  aprile al Cre.zi.Plus dei Cantieri Culturali della Zisa di Palermo.

Il terzo appuntamento della rassegna di musiche altre, ideata e diretta a Mario Crispi e prodotta dall’Associazione Culturale Formedonda, ospiterà un concerto che riprende lo stile musicale della drone music. Uno stile che enfatizza l’uso di suoni, note o cluster estendendoli e ripetendoli, inventato negli anni sessanta dal compositore statunitense La Monte Thornton Young.

Nel corso della sua performance Alfredo Giammanco elaborerà in tempo reale un singolo suono, trasformandolo attraverso sintetizzatori analogici modulari e computer. A questa dimensione sonora si inserirà la coreografia di Silvia Giuffrè, nota danzatrice trapanese di danza contemporanea.

 

Festival delle Nazioni: omaggio alla Cina con Stefano Bollani e il Napoli Trip
Palermo: l’Idomeneo di Mozart secondo Pier Luigi Pizzi

Potrebbe interessarti anche

Menu