Chiostro 2019: al via la stagione estiva del Conservatorio “Verdi” di Milano

in News

Partito il conto alla rovescia: il Chiostro del Conservatorio sarà nuovamente palcoscenico della stagione estiva del Verdi di Milano. Saranno 11 – dal 13 giugno al 10 luglio – gli appuntamenti a cura di docenti e studenti del Conservatorio, quattro dei quali in collaborazione con Area M.

Jazz band, la Youth Orchestra del Conservatorio, gruppi da camera, il laboratorio di world music, band pop-rock, l’Orchestra Nazionale jazz dei Conservatori italiani, voci e strumenti solisti: provengono da diversi corsi i giovani protagonisti di Chiostro 2019. E poi i già citati concerti in collaborazione con Area M che coinvolgono anche grandi nomi della scena jazz contemporanea: uno su tutti quello di Paolo Fresu.

Si comincia giovedì 13 giugno con A NIGHT IN TUNISIA ed altre storie, serata dedicata al Latin Jazz, di cui ci racconta l’ideatore, Attilio Zanchi, docente di contrabbasso Jazz al Verdi di Milano: «Il Latin Jazz è lo stile musicale nato dall’incontro fra i jazzisti e i musicisti latino-americani che si trasferirono a New York fin dagli anni ’30. Divenne popolare nel 1940, quando il trombettista Dizzy Gillespie, a cui la serata è idealmente dedicata, iniziò a eseguire brani di musica afro-cubana unendo gli strumenti essenzialmente utilizzati nel jazz con la parte ritmica, suonata in stile latino-americano, dando alle percussioni un’importanza prevalente. Nel 1947 Dizzy Gillespie, con Machito e Chano Pozo, compose l’Afro-cuban Drums Suite, rappresentata poi alla Carnegie Hall di New York. Tale concerto divulgò il Latin Jazz fra il grande pubblico».

 

Spoleto, il 28 giugno si alza il sipario su “Proserpine”: intervista a Silvia Colasanti
“Restituire Bellezza”: 10 concerti per diffondere la musica antica a Treviso

Potrebbe interessarti anche

Menu